Conservazione delle monete

  
  

La conservazione di monete viene compromessa dall’azione del tempo, degli agenti atmosferici ma soprattutto dell’usura. Purtroppo le monete essendo fatte di metallo, subiscono inetvitabilmente graffi, scoloriture, perdita di materiale e altri difetti. Si √® soliti razionalizzare in modo oggettivo lo stato di conservazione delle monete tramite la seguente classificazione riconosciuta:

D Discreto:condizioni discrete con particolari gravi segni di usura della moneta

  
  

B Bello: monete che presentano una superficie liscia, consumata e con poco metallo in rilievo.

MB Molto bello: sono presenti colpi ai lati e non sono molto leggibili.

BB Bellissimo: monete leggibili, poco consumate con qualche piccolo colpo.

Spl Splendido: circolanti per pochissimo tempo con rilievi ben definiti ed eventuali leggeri graffi sui bordi.

FDC Fior di conio: monete in perfetto stato mai circolate, con metallo totalmente intatto anche se potrebbe presentare difetti di conio.

FS Fondo Specchio: monete particolarmente trattate per i collezionisti. Presentano una lavorazione per avere i caratteristici piani speculari.

Pubblicato da il

Cerca le quotazioni di altre monete italiane: